Giro dell'Annapurnas: trekking nel cuore dell'Himalaya


Sommario
  • Il Giro dell'Annapurna: sulle orme dell'Himalaya
  • Perché fare trekking nel massiccio dell'Annapurna?
  • I nostri consigli per prepararsi all'Annapurna Tour
  • - Il periodo migliore
  • - Cosa devo portare nello zaino?
  • - Buono a sapersi
  • Cosa vedere e cosa fare?
  • - I diversi percorsi possibili
  • - I passaggi chiave del viaggio di andata
  • - Le varianti del ritorno
  • Quanto costa un biglietto per il Tour dell'Annapurnas trek?
  • - Le fasi aggiuntive
  • Come prenotare online un biglietto per il Tour des Annapurnas trek?

Per ogni appassionato di trekking, il tour dell'Annapurna è il mitico trekking da fare una volta nella vita.

Chi ama il trekking non può ignorare il Nepal. Non è una citazione di Edmund Hillary, ma il messaggio è sempre vero! Il Tour delle Annapurnas è El Capitan del trekker. Se il trekking del Campo Base dell'Everest è mitico anche per il simbolo che rappresenta, il Tour dell'Annapurnas ha il vantaggio di portare il trekker attraverso una grande varietà di paesaggi. Fare un trekking in Nepal avrà il vantaggio di soddisfare sia il viaggiatore sportivo che l'avventuriero desideroso di scambi umani. Disorientante, travolgente, questo Paese è anche di una grande ricchezza culturale. Tecnicamente interessante ed esteticamente grandiosa, questa escursione è una parte essenziale di un soggiorno sportivo in Nepal.


Pronti a portare gli occhi, il cuore e i piedi al massimo?

Leggi anche: Gli 11 luoghi più belli da visitare in Nepal

Il Giro dell'Annapurna: sulle orme dell'Himalaya

Il massiccio dell'Annapurna si trova nel cuore dell'Himalaya, a circa 100 km a nord-ovest di Kathmandu. Si potrebbe pensare che ci sia un solo vertice che porta il nome di Annapurna. Tuttavia, sono cinque, il che spiega l'uso del plurale nel nome dato al Tour dell'Annapurna trek. La vetta più alta supera gli ottomila metri, che la colloca al decimo posto nella classifica delle vette più alte del mondo. È l'Annapurna I. Il massiccio dell'Annapurna ospita anche altri giganti, come il Gangapurna, che raggiunge i 7.455 m, e il famoso Machhapuchhre, che non può essere calpestato a causa della sua natura sacra.


Maurice Herzog e la sua spedizione del 1950 furono i primi a raggiungere una vetta di oltre ottomila metri, quella dell'Annapurna I. Il Tour des Annapurnas non conduce così in alto, ma offre una visione d'insieme del massiccio.

Perché fare trekking nel massiccio dell'Annapurna?


Il Tour des Annapurnas non è solo una delle più belle escursioni al mondo, per i paesaggi sontuosi e diversificati che offre. È anche un'avventura umana e culturale, che incontra una popolazione e una storia molto singolare. Il trekking nell'Annapurnas consiste nel combinare un ambiente ideale e unico per camminare con l'opportunità di mettere in discussione il mondo e i suoi valori. Il trekking in Nepal, e l'Annapurna Tour in particolare, lascia il segno, perché quello che vedrete lì sarà meraviglioso e quello che vivrete lì sarà intenso.

Entrerete nei villaggi più remoti del paese, dove le famiglie, i bambini hanno una vita quotidiana e credenze da condividere. Attraverserete boschi di pini, camminerete lungo le coltivazioni a terrazze, scalerete pendii di montagna innevati. Prenderete scale di pietra secolari, passerete sotto ghirlande di bandiere di preghiera, incontrerete i bambini che partono per la scuola. Vi affaccerete sul lago Tilicho, incontrerete asini e muli, attraverserete fiumi e così via. Convinti? Andiamo!

I nostri consigli per preparare il Tour des Annapurnas


Il Tour dell'Annapurnas trek è un trekking di circa 220 km, di difficoltà medio-difficile. Partendo da Parigi, contate tra i tredici e i diciannove giorni per fare questo lungo trekking. In pura camminata, il trekking può essere fatto tra i nove e i dodici giorni.


Il periodo migliore

Il periodo migliore per fare il Tour des Annapurnas è tra marzo e maggio, e anche a novembre. Evitare preferibilmente i mesi di giugno, luglio e agosto, che sono mesi monsonici. In inverno, anche se è bello vedere meno turisti, è un peccato dover cancellare alcune tappe a causa della neve.

Cosa portare nello zaino?

Quando si fa trekking in Nepal, è meglio evitare di portare troppa ro ba. Se hai uno sherpa, pensa anche a lui, e non andartene con la casa in borsa! Siate ragionevoli, pur essendo ben equipaggiati.

    Vestiti:
  • piumino comprimibile ;
  • pantaloni da trekking regolabili;
  • pantaloni caldi e traspiranti;
  • top tecnico a maniche lunghe traspirante;
  • maglietta traspirante;
  • giacca in pile traspirante;
  • tre buone paia di calzini;
  • tre paia di mutande;
  • un paio di occhiali da sole;
  • cappello;
  • tappo;
  • scaldacollo in pile;
  • guanti;
  • buone scarpe da passeggio;
  • mantellina.
    Materiale:
  • Zaino da 40 L per il giorno se si trasporta la borsa grande da 60-70 L
  • Pallone filtrante o un semplice pallone con compresse Micropur;
  • Coltellino svizzero;
  • un sacco a pelo e un sacco di carne di pulci;
  • faro;
  • adattatore;
  • macchina fotografica, borsa della macchina fotografica, batteria, schede sd, ecc;
  • mappa del Tour dell'Annapurna trek;
  • sacchetto impermeabile con i tuoi documenti d'identità dentro;
  • coppia di pali telescopici.
    Igiene e salute :
  • coca in omeopatia, contro il mal di montagna acuto, o un antidolorifico ;
  • antidiarrea;
  • piccolo tubo di detersivo per lavare i vestiti o la biancheria intima;
  • spazzolino, dentifricio, sapone;
  • asciugamano piccolo;
  • balsamo per labbra;
  • carta igienica e fazzoletti;
  • crema solare;
  • qualche barretta ai cereali per tirarti su!

Una volta pronti i bagagli, che l'avventura abbia inizio!


Buono a sapersi

Per perfezionare il vostro viaggio, non esitate a leggere questi articoli completi di consigli e mappe:

  • Giro delle Annapurne: la guida completa e sempre aggiornata
  • Giro delle Annapurne: tutto su questo trekking unico nel suo genere

Cosa vedere e cosa fare?


I diversi percorsi possibili

In Nepal, non tutte le escursioni sono segnalate con precisione, ed è sempre possibile adattare il percorso, purché sia deciso da una guida o se è già stato seguito e giudicato praticabile da altri trekker. Come regola generale, le partenze sono da Bhulbhule, Jagat o Dharapani. Se si parte da quest'ultimo punto, il trekking sarà più breve. Infatti, a Bhulbhule si parte già a 1.943 m di altitudine invece che a 830 m. Per quanto riguarda il punto di arrivo, si consiglia spesso di finire il trekking a Jomsom . Tuttavia, tra il Campo Base Tilicho e Jomsom, le tappe possono variare.

Qualunque sia l'itinerario scelto, non mancheranno le tappe essenziali, che fanno la reputazione di questo trekking nepalese. Dopo il vostro arrivo a Kathmandu da Parigi, e il vostro trasferimento in autobus e jeep al punto di partenza, ecco le tappe da non perdere.

I passaggi chiave del viaggio di andata

Dharapani-Chame: Il primo giorno di cammino, avrete già una buona idea di cosa aspettarvi. In appena un'ora di cammino si scopre, in lontananza, l'Annapurna I. Attraverserete una pineta e villaggi tipici e contemplerete monumenti buddisti. L'arrivo della tappa è il villaggio di Chame, la cui popolazione è prevalentemente di origine tibetana.

Durata: 5 ore
Dislivello: 900 m
Altitudine di Chame : 2600 m

Chame-Pisang: Tra Chame e Pisang, sarete immersi nella cultura gurung e nei suoi numerosi villaggi. La vegetazione diventerà più rara e le coltivazioni a terrazze scompariranno gradualmente, mentre la catena dell'Himalaya sarà più imponente. Una volta nel villaggio di Mananghi Pisang, non dimenticate di fare una passeggiata nel centro storico e di visitare il monastero. Pisang è tagliato in due parti, di cui quella superiore rimane la più autentica.

Durata: 5 ore e 30 minuti
Dislivello: 750 m
Altitudine di Pisang : 3200 m

Pisang-Manang: Durante questa tappa vi avventurerete sulle pendici dell'Annapurna II e attraverserete il villaggio di Braga e il suo monastero. L'arrivo a Manang è impressionante. Vedrete le superbe cime dell'Annapurna II, III e IV, Pisang Peak e Masnulu. Manang vi farà immergere nuovamente nell'atmosfera turistica, con un'importante concentrazione di ristoranti e negozi di ogni genere.

Durata: 5 ore
Dislivello: 240 m
Altitudine di Manang: 3.540 m

Manang-Kangshar: Questa fase è più breve. Così, vi permetterà di riposare un po', prima di attaccare la salita che vi darà la possibilità di ammirare il lago di Tilicho, situato a 4 919 m di altitudine. Il trekking del Tour des Annapurnas non passa attraverso l'acqua, ma offre una vista mozzafiato su questo lago glaciale di un blu incredibile. Finirete la vostra tappa a Kangshar e non mancherete di visitare il suo gompa.

Durata: 3 ore
Dislivello: 240 m
Altitudine di Kangshar : 3800 m

Campo Base Kangshar-Tilicho: Il sentiero per il Campo Base Tilicho è piuttosto stretto. Dovrete stare attenti alle numerose rocce che in qualsiasi momento potrebbero cadere giù per i ripidi pendii di questo paesaggio dall'aspetto lunare.

Durata: 7 ore
Dislivello: 360 m
Altitudine del campo base di Tilicho: 4200 m

Le varianti del ritorno

La parte inevitabile del viaggio di ritorno è senza dubbio il passo di Thorong-La (5.416 m), che è il passo più alto del Tour des Annapurnas. A parte questa fase, avete diverse opzioni.

    Itinerario A: Campo base di Tilicho, Yak Kharka, Phedi, Muktinath, Jomsom
  • Campo base Tilicho-Yak Kharka: Durante questa tappa, probabilmente vedrete mandrie di yak e capre, così come avvoltoi, prima di arrivare nel villaggio di Yak Kharka.

    Durata: 6 ore
    Differenza inaltezza: 250 m
    Altitudine al traguardo: 4010 m

  • Yak Kharka-Phedi: Da Yak Karkha a Phedi, vi troverete tra acqua e roccia, mentre camminerete lungo laghi e cascate, in un paesaggio arido con l'Himalaya come sfondo. Una sosta a Phedi vi permetterà di acclimatarvi più facilmente e di evitare il mal di montagna acuto.

    Durata: 5 ore
    Dislivello: 400 m
    Altitudine all'arrivo: 4450 m

  • Phedi-Muktinath: Prima di arrivare a Muktinath e visitare il suo famoso monastero, vi aspetta una giornata dura! Questo passaggio è probabilmente la parte più difficile del Tour des Annapurnas, poiché si dovrà attraversare il passo di Thorong-La. La discesa verso il traguardo non sarà più facile. Avrete meritato il vostro riposo notturno!

    Durata: da 8 a 12 ore
    Dislivello: 966 m
    Altitudine al traguardo: 3800 m

  • Muktinath-Jomsom: Il trekking sta per finire. Per finire in bellezza, ammirerete la valle del fiume Kali Gandakhi e visiterete villaggi in stile tibetano come Kagbeni o Dagarzong. Dopo, non vi resta che unirvi a Jomsom per togliervi le scarpe e festeggiare la vostra meritata vittoria!

    Durata: da 5 h a 6 h
    Dislivello: 300 m
    Altitudine al traguardo: 2800 m

    Itinerario B: Campo base di Tilicho, Letdar-High Camp, Jarkhot, Jomsom
  • Tilicho-Letdar Campo Base: non lasciate che gli amanti degli animali si perdano questo passo! Tra yak, capre selvatiche e avvoltoi, i vostri sforzi saranno ricompensati! Anche se la natura sa come riprendersi i propri diritti, la cultura non è mai lontana in Nepal e si cammina su molti sentieri incorniciati da bandiere di preghiera.

    Durata: 5 ore
    Dislivello: 500 m
    Altitudine all'arrivo: 4230 m

  • Letdar-High Camp: inizia la roba seria! La strada per High Camp merita alcune precauzioni e attenzione alle frane. Tuttavia, all'arrivo vi aspetta uno spettacolo superbo, con una vista mozzafiato su alcune delle cime della catena dell'Himalaya.

    Durata: 4 ore
    Dislivello: 600 m
    Altitudine al traguardo: 4800 m

  • High Camp-Jarkhot: Se decidete di dormire all'High Camp, la vista è certamente eccezionale, ma fate attenzione al mal di montagna acuto. La camminata di un giorno fino a Jarkhot richiede di essere in ottima forma, poiché il passo di Thorong-La è particolarmente difficile. Una volta superata questa difficoltà, potrete visitare il villaggio di Muktinath e i suoi monumenti religiosi, prima di fermarvi nell'affascinante villaggio di Jarkhot.

    Durata: 8 ore
    Dislivello: 600 m
    Altitudine all'arrivo: 1800 m

  • Jarkhot-Jomsom: Durata quest'ultimo giorno, non dimenticate di fermarvi a Bönpo de Lupra. Potrete poi godervi il ritorno della vegetazione, passeggiare lungo il fiume Kali Gandaki, prima di raggiungere Jomsom.

    Durata: 5 ore
    Dislivello: 400 m
    Altitudine al traguardo: 2800 m

  • Quanto costa un biglietto per il Tour dell'Annapurnas trek?

    Se decidete di passare attraverso un'agenzia francese, contate tra i 2 300 e i 3 000 €, dalla Francia. Se siete già in Nepal, il tour con una guida e uno sherpa trovato sul posto vi costerà circa 800 €. Tuttavia, è sempre possibile abbassare i prezzi. Senza guida e senza sherpa, si dovrebbe tirare avanti per 400 € a persona al massimo, sapendo che si mangia come un orco per quattro euro!

    Ulteriori passi

    Per fare il Tour dell'Annapurna non si parte da Kathmandu a piedi! Il massiccio dell'Annapurna si trova infatti a più di cento chilometri dalla capitale nepalese. Pertanto, anche se la passeggiata inizia solo a Bhulbhule, Jagat o Dharapani, si deve tener conto di ulteriori, ulteriori, ma indispensabili tappe :

  • notte a Kathmandu, dopo il vostro arrivo in Francia;
  • notte al punto di partenza del vostro viaggio in Nepal, che avrete raggiunto in autobus e/o jeep, direttamente da Kathmandu;
  • notte al punto di arrivo del vostro trekking;
  • notte a Pokhara;
  • notte nella capitale, prima di partire per la Francia.

Assicuratevi quindi di aggiungere un minimo di quattro notti extra, per calcolare la durata totale del vostro trekking in Nepal, oltre ai giorni di cammino.

Come prenotare online un biglietto per il Tour dell'Annapurnas trek?

  • In Nepal : Se ad alcuni trekker piace stare da soli, si consiglia di fare il Tour degli Annapurnas accompagnati da una guida, ed eventualmente da uno sherpa. Pertanto, si dovrà passare attraverso un'agenzia a Kathmandu. Nella capitale nepalese non mancano le agenzie di trekking! Offrono all'incirca gli stessi prezzi e servizi. D'altra parte, non fatevi ingannare da un venditore all'angolo della strada che non ha uffici presentabili.
  • Dalla Francia: è possibile prenotare i biglietti online dalla Francia sui siti web di operatori turistici riconosciuti o di guide specializzate.
Audio video Giro dell'Annapurnas: trekking nel cuore dell'Himalaya
Aggiungi un commento di Giro dell'Annapurnas: trekking nel cuore dell'Himalaya
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.