close
    search Buscar

    La Tomatina, una festa in forma di battaglia del pomodoro

    La Tomatina è la più grande battaglia del pomodoro del mondo.

    Nella città di Buñol, vicino a Valencia, si svolge ogni anno l'ultimo mercoledì di agosto una settimana di festeggiamenti che si conclude con una famosa battaglia del pomodoro.

    Si dice che questa improbabile festa abbia avuto origine da una rissa scoppiata nel 1945 nella piazza principale della piccola città di Buñol dopo che ai giovani era stato negato l'accesso a una festa locale. Avrebbero iniziato a lanciarsi pomodori da un piccolo banco di frutta e verdura. Negli anni successivi, lo stesso giorno, hanno riportato i loro pomodori per combattere di nuovo.


    Un'altra leggenda dice che ad una festa di conigli, alcuni di loro mangiarono tutti i cocomeri in un negozio di alimentari. Per fermarli, alcuni partecipanti hanno tirato loro dei pomodori e hanno toccato altre persone. Una battaglia è iniziata...

    A sua volta vietata allora autorizzata, è nel 1975 che la Tomatina è stata "incastrata" da un'associazione di agricoltori locali, Los Clavarios de San Luis Bertrán, che allora gestiva il brodo di pomodoro. La città di Buñol ha infine rilevato l'evento nel 1980 per dare impulso al turismo locale.

    La giornata inizia alle 10:00 con il "palo jamón", che prevede l'arrampicata su un pilastro di legno ricoperto di grasso, alla cui sommità è appeso un prosciutto. Non appena il prosciutto viene sganciato, la battaglia può iniziare.

    Si dice che per questa mitica battaglia siano state utilizzate circa 130 tonnellate di pomodori. Questi pomodori sono coltivati appositamente per l'evento e sono di scarsa qualità ed economici. A partire dall'edizione 2013, per partecipare è necessario pagare 10€ il biglietto d'ingresso, ma vengono assegnati solo 20.000 biglietti, di cui 5.000 gratuiti per i locali.


    Il festival attira turisti da tutto il mondo, come spiega la società che vende i biglietti. Australiani, giapponesi e britannici sarebbero i più interessati a partecipare alla battaglia. Ci sono delle regole per garantire che non ci siano troppe vittime. Ad esempio, i pomodori devono essere schiacciati prima di essere gettati via.


    Alla fine, le strade sono ovviamente piene della polpa dei pomodori. Vengono pulite subito dopo la fine dei festeggiamenti, il che permette di rendere le strade pulite utilizzando l'acidità del succo di pomodoro.

    Potete vedere in questo video della TV spagnola la folla presente in una delle strade della città di Buñol!

    Audio video La Tomatina, una festa in forma di battaglia del pomodoro
    Aggiungi un commento a partire dal La Tomatina, una festa in forma di battaglia del pomodoro
    Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.