close
    search Buscar

    Cosa vedere e fare in Etiopia

    Riassunto:

    • 1. Percorso e mappa attraverso l'Etiopia
    • 2. Il momento migliore per viaggiare in Etiopia
    • 3. Cosa vedere in Etiopia
    • 3.1 Addis Abeba
    • 3.2 Gondar
    • 3.3 Lalibela
    • 3.4 La depressione di Danakil
    • 3,5 Harar
    • 3,6 Gibuti
    • 4. Cosa fare in Etiopia
    • 5. Consigli di viaggio per l'Etiopia

    Da ForTravelLovers abbiamo creato una lista di destinazioni e attività turistiche che devi vedere e fare in Etiopia. Sapevi che usano il loro calendario? Visitate la capitale e visitate tutto ciò che l'Etiopia ha da offrire.


    Percorso e mappa dell'Etiopia

    Prima di iniziare con questa guida, è importante che sappiate come muovervi in Etiopia utilizzando il vostro tempo. Per questo motivo abbiamo segnato i luoghi che dovete vedere se sono o meno sulla mappa e poi vi spiegheremo come arrivare da un luogo all'altro.



    1. Da Addis Abeba a Gondar: dopo aver trascorso una giornata ad Addis Abeba e aver visitato i luoghi più importanti, voleremo a Gondar
    2. Da Gondar a Lalibela: a Gondar visiteremo il Parco Nazionale dei Monti Siemien e poi prenderemo un breve volo per Lalibela.
    3. Da Lalibela a Mekele: a Lalibela trascorreremo due giorni visitando le famose chiese rupestri. Proseguire verso nord fino a Mekele.
    4. Da Mekele a Dire Dawa: a Mekele visiteremo la depressione danakil. Poi andremo a Dire Dawa per andare a Harar.
    5. Da Dire Dawa a Gibuti: prenderemo un volo per Gibuti dove visiteremo il lago Abbé, il lago Assal e le montagne Goda.

    Il momento migliore per viaggiare in Etiopia

    Il clima in Etiopia è molto vario, essendo un paese molto grande (la sua superficie è il doppio di quella della Spagna, con 1.104.000 km2), quindi il suo clima e le temperature dipendono principalmente dall'altitudine, ma anche dalla sua area geografica.


    A causa della sua latitudine, il clima dovrebbe essere tropicale, tuttavia, le temperature si abbassano al diminuire dell'altitudine. Ha un clima alpino.

    In generale, si consiglia di evitare la stagione delle piogge e i mesi estivi europei per la parte orientale e occidentale del paese.


    Quindi, il periodo migliore per viaggiare nel nord dell'Etiopia è da settembre a maggio.

    Cosa vedere in Etiopia

    State pensando di includere l'Etiopia tra le vostre prossime destinazioni? Vi aiuteremo a decidere e vi spiegheremo cosa vedere in Etiopia e i luoghi turistici di questo paese che dovreste visitare omeno.

    Addis Abeba

    immagine sorgente: TripAdvisor

    Uno dei luoghi da vedere in Etiopia è Addis Abeba, la capitale dell'Etiopia. Si trova negli altipiani vicino alla Great Rift Valley. È il centro commerciale e culturale del Paese.


    • Il Museo Nazionale contiene mostre di arte etiope, artigianato tradizionale e fossili preistorici, comprese le repliche del famoso ominide "Lucy".
    • Latomba di Haile Selassie, imperatore del XX secolo, si trova nella cattedrale della Santissima Trinità, un monumento neobarocco con cupola in rame.
    • Merkato: Merkato è il nome del grande mercato all'aperto nel distretto di Addis Ketema di Addis Abeba, la capitale del paese africano dell'Etiopia, e del quartiere in cui si trova. Mercato è il più grande mercato all'aperto dell'Africa.
    • Monte Entoto: è una collina formata da montagne che circondano la città. Ne vale la pena per la splendida vista sulla città.

    Gondar

    immagine sorgente: Viaggio in Etiopia

    Gondar o Gonder era l'antica capitale imperiale dell'Etiopia e la storica provincia di Begemder. Per questo motivo l'antica provincia di Begemder è spesso chiamata Gondar.

    • Recinto reale: è il recinto principale murato e strategicamente situato nel centro della città. Questo impressionante recinto murato è patrimonio dell'umanità.
    • Baños de Fasilides: Si trova a circa 2,5 km dal recinto reale. Per arrivarci si può fare una bella passeggiata o prendere un tuk-tuk per circa 20 birr. Si tratta di un bellissimo edificio con una grande piscina rettangolare di fronte. Tutto intorno ci sono alberi le cui radici abbracciano le pareti nello stile di Angkor Wat.
    • Palazzo Ras Mikael Sehul: è una versione ridotta di Palazzo Fasilides, ma è davvero una visita molto interessante.
    • Kuskuam: Questo complesso di palazzo fu costruito per l'imperatrice Metewab dopo la morte del marito, l'imperatore Bakaffa. Fuori dal complesso c'è una piccola comunità per i bambini in difficoltà finanziarie che vengono qui per studiare e diventare sacerdoti. Vivono lì, dormendo 2-3 persone in ogni piccola capanna.
    • Parco Nazionale dei Monti Simen: il Parco Nazionale Simen è uno dei parchi nazionali dell'Etiopia. Si trova nei Monti Simen, parte del massiccio etiope, nella zona di Semien Gondar.

    Lalibela


    Lalibela è una piccola città nella regione di Amhara, nell'Etiopia settentrionale. È nota per le sue chiese monolitiche del XII e XIII secolo, luoghi di pellegrinaggio per i cristiani copti.

    • Bet Maryam Church: È collegata alla chiesa precedente da un tunnel. Si trova in un grande cortile scavato nel terreno insieme ad altre due chiese più piccole.
    • BetGolgotha, Bet Maryam e Bet Golgotha: vi si accede attraverso un altro tunnel che parte dalla chiesa di Bet Maryam e conduce alle chiese Bet Selassie e alle gemelle Bet Mikael e Bet Golgotha. Quest'ultimo è particolarmente degno di nota perché ospita alcuni dei più importanti rilievi dell'arte etiope.
    • Scommetto Gabriel Rufael: Si trova nel gruppo sud-est e per arrivarci bisogna attraversare un ponte di pietra costruito su un fossato profondo 10 metri. Tutto questo ha portato alcuni storici a pensare che in passato potesse essere stato un palazzo fortificato.
    • ScommettoAbba Libano: è diverso dal resto, perché la cima non è separata dalla roccia originale da cui è stata costruita. Anche se all'esterno sembra una grande chiesa, l'interno è molto stretto.
    • Scommetto Merkorios: La cosa più curiosa di questo tempio è l'accesso attraverso un tunnel completamente al buio e con il tetto abbassato. E' molto importante portare una lanterna per non colpire le pareti o il soffitto
    • Chiesa di Bet Giyorgis: è la chiesa dedicata a San Giorgio ed è la più famosa in Etiopia e la meglio conservata di Lalibela. La struttura a forma di croce è alta 12 metri e 12 metri per lato.

    La depressione di Danakil

    immagine sorgente: Pianeta solitario

    Mekele o Mek'ele è una città e un woreda nel nord dell'Etiopia, è la capitale della regione del Tigray ed è la quinta regione più popolata del paese. Lì possiamo visitare la depressione di Danakil. È senza dubbio un altro dei luoghi da vedere in Etiopia.

    Questa depressione è una grande pianura piena di mari salati e di diversi vulcani attivi . In particolare, la depressione etiopica di Danakil si estende su un cratere vulcanico pieno di sale, con una grande emanazione di gas tossici e un'attività idrotermale di acqua bollente chiamata Dallol, che significa "dissoluzione o disintegrazione". È un grande spettacolo visivo, anche se è pericoloso e un luogo dove non si può sopravvivere.

    Harar

    immagine sorgente: I Viaggiatori

    Harar è una città dell'Etiopia orientale e la capitale della regione di Harari, una suddivisione politica etiope. Si trova sulla cima di una collina nella parte orientale dell'altopiano etiope, a circa cinquecento chilometri da Addis Abeba.

    La città di Harar, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, è un luogo da non perdere. Per la sua cultura: ci sono diversi musei, soprattutto la casa di Arthur Rimbaud, moschee e mausolei in cui si può entrare (non dimenticate di portare qualcosa per coprirvi), e vie dello shopping dove si possono acquistare frutta e verdura, oltre a bellissime stoffe.

    Gibuti

    fonte dell'immagine: PERCORSO 33

    Gibuti, nel Corno d'Africa, è un paese prevalentemente francese e di lingua araba con macchia, formazioni vulcaniche e spiagge nel Golfo di Aden

    • Lago Abbé: il lago Abbe o lago Abhe Bad è un lago salato endorico dell'Africa orientale, situato al confine tra l'Etiopia e Gibuti. Non c'è niente al mondo che assomigli agli immensi camini calcarei del lago Abbé, con sorgenti calde e fumarole che punteggiano il paesaggio.
    • Lago diAssal: il lago di Assal è uno degli specchi d'acqua più salati del mondo nel deserto di Danakil e si trova in un cratere vulcanico nel centro di Gibuti.
    • Goda Mountains: I Goda Mountains sono un massiccio montuoso che si trova nella regione di Tadjoura, a nord del Golfo di Tadjoura. Comprende una ventina di picchi che superano i 1.000 m. Queste spettacolari montagne sono attraversate da fantastici sentieri escursionistici e hanno alcuni villaggi lontani.

    Cosa fare in Etiopia

    Per il momento abbiamo spiegato ciò che si può vedere in Etiopia a livello turistico e culturale. Se siete più avventurosi e volete vivere esperienze uniche, non preoccupatevi, l'Etiopia è il posto perfetto. Ecco perché spieghiamo qui di seguito le diverse attività ed esperienze da farein Etiopia:

    • Gita di un giorno a Debre Libanos e alla Gola del Nilo Blu: questo tour vi darà una vista parziale dell'Etiopia rurale, come sperimentare la capanna locale o l'erba case di campagna e l'opportunità di conoscere la storia dell'Etiopia, la vita nella monastero e i suoi musei.
    • Escursione sui Monti Siemen: Come abbiamo detto prima, una delle cose da fare in Etiopia è fare un percorso attraverso queste montagne, vi piacerà!
    • Visitare il Merkato: Se si viaggia in Etiopia è essenziale fare un tour del Merkato. Potrai imparare molto sulla loro cultura.
    • Gastronomia: Un'altra cosa da fare in Etiopia è provare alcuni piatti tipici etiopici. Non c'è modo migliore per conoscere un'altra cultura che attraverso il suo cibo.
    • Passeggiate nella natura e scoprite la sua fauna: l'Etiopia è un paese che offre una fauna molto varia. Perdersi nel bosco e divertirsi.

    Consigli di viaggio per l'Etiopia

    L'Etiopia, come la maggior parte dei paesi africani, ha una cultura e un tenore di vita molto diversi. Ecco perché dovreste considerare i seguenti suggerimenti prima di partire:


    • Visto:è necessario avere un passaporto con una validità minima di 6 mesi. È necessario avere un visto, che può essere di diversi tipi: turistico, per cooperatori o professionale.
    • Vaccinazioni: Un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto per i viaggiatori di età superiore a un anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della febbre.
    • Valuta: La valuta locale è il Birr etiope (ETB). La valuta deve essere dichiarata al momento dell'ingresso.
    • Dogana: Dovreste sapere che il calendario etiope è diverso dal calendario gregoriano utilizzato a livello internazionale. Il primo ha 13 mesi e si trova tra i 7 e gli 8 anni dietro il calendario gregoriano.
    • Informazione LGTBI: in Etiopia l'omosessualità è un reato punibile con la reclusione da uno a cinque anni.
    • Budget: Dovendo spostarsi in aereo, si spenderà molto denaro all'interno del paese. Il costo giornaliero in Etiopia è costoso, ma i voli lo sono. Lì si può arrivare a dormire per meno di 1 euro. Si può mangiare in un ristorante per 3 euro.

    È sicuro viaggiare in Etiopia?

    Come in ogni paese, ci sono alcune precauzioni da prendere, ma in generale, viaggiare in Etiopia è sicuro e i turisti raramente hanno avuto problemi durante il loro viaggio. Bisogna semplicemente evitare alcune zone se non si vogliono avere problemi durante il viaggio in Etiopia.

    Si sconsiglia di recarsi in queste aree: aree di confine con l'Eritrea, la Somalia, il Kenya, il Sudan e il Sud Sudan, la Regione Somala, la Regione di Gambella, la Regione Oromia e Ahmara.
    Audio video Cosa vedere e fare in Etiopia
    Aggiungi un commento a partire dal Cosa vedere e fare in Etiopia
    Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.