Le 10 cose da fare a Dakar

Sommario

Visitare Dakar: quali sono le cose migliori da fare e da vedere nella capitale del Senegal?

Cercate un posto esotico a sole 6 ore di aereo da casa? E se vi lasciate tentare dal Senegal e più in particolare dalla città di Dakar? Mentre per alcuni Dakar è sinonimo di rumore, furia, ingorghi, sporcizia, sembra che la città abbia un'altra aura, ovvero una città incredibile e affascinante, una città vivace, animata, calda, bagnata dagli spruzzi dell'oceano.


Le prime cose da fare a Dakar

Per avere un'impressione migliore, bisogna iniziare salendo al faro di Mamelles per ottenere un fantastico panorama a 360° della penisola. Nel mezzo di questa città che brulica ai tuoi piedi, prendi una bella boccata d'aria di mare.

Allora, per scoprire l'autentica Dakar, perché non andare direttamente al mercato di Tilène? Con la sua speciale area grigris, dove potrete trovare tutta la vostra felicità in termini di erbe medicinali, polveri, semi, animali essiccati e altre polveri perlimpinpinpin, vi renderete conto di quanto i senegalesi siano ancora attaccati ai valori animisti.

Per fare una piccola pausa digestiva, andate a mangiare frutti di mare al punto Almadies, un'occasione d'oro che vi farà dimenticare che state soggiornando in una città di oltre 3 milioni di anime.

Per chi vuole scoprire i dintorni e vedere paesaggi mozzafiato, ci sono le spiagge di Yoff, quelle di Ngor o l'isola di Gorée, tristemente nota per essere stata il più grande centro di commercio di schiavi di tutta la costa africana.


Decine di luoghi pieni di vita

Per quanto riguarda la cultura, Dakar, la capitale del Senegal, è piena di luoghi che soddisferanno i vostri desideri d'arte: prima di tutto, ci sono i musei di Gorée che comprendono un museo delle donne, un museo del mare, un museo della casa degli schiavi.

Monumento in memoria della schiavitù, situato vicino alla Casa degli schiavi - Foto di credito:

La galleria nazionale propone opere bellissime ma l'atmosfera non è francamente calda mentre alla Galleria d'Arte, le mostre permanenti di arte e artigianato con sculture, gioielli o dipinti vivono in un luogo incantevole ed estremamente vivace.

Il café des arts (rue Mousse Diop) è una galleria di casa per una quindicina di pittori da non perdere.

La caserma Samba Diery Diallo offre una mostra permanente di quadri e foto che raccontano la storia della gendarmeria nazionale dalla metà del XIX secolo ai giorni nostri.

Il Teatro Daniel Sorano è il teatro nazionale senegalese: spesso si assiste a balletti africani e a concerti contemporanei o tradizionali. Situato nel cuore di Dakar, il teatro merita di essere meglio sfruttato per irradiarsi come un vero e proprio luogo culturale popolare.

Infine, il museo dell'IFAN (Istituto fondamentale dell'Africa nera), creato da Théodore Monod, è oggi composto da vari dipartimenti dotati dell'Università Cheikh Anta Diop e del museo. Anche se le collezioni rare non sono messe in evidenza come dovrebbero essere, è un luogo da scoprire e da far scoprire all'arte africana.


I monumenti

Prima di tutto, c'è il palazzo presidenziale: ex palazzo del governatore di Dakar durante il periodo coloniale, questo palazzo si trova di fronte al mare, circondato da splendidi giardini tropicali. Ahimè, questo palazzo non può essere visitato dall'interno e si raccomanda di avere l'autorizzazione di una Guardia Rossa (legione della gendarmeria) per scattare qualche foto.

Il cimitero cattolico di Bel Air: situato nel quartiere di Bel Air, non lontano dal campo militare francese e dalla spiaggia del Voile d'Or, questo cimitero è riservato a tutti i cattolici e un monumento ai caduti dei battaglioni di cecchini senegalesi di due guerre mondiali.

La cattedrale di Dakar: un luogo piuttosto incredibile da scoprire, soprattutto per i suoi affreschi africani sul piazzale.

IlMunicipio: un edificio coloniale che non ha perso la sua funzione originaria. Domina il porto e l'edificio ha un certo cachet. Impossibile visitare il municipio, ma è possibile scoprire i locali comunali e il giardino.

La Corniche: è infatti una strada che si snoda lungo la ripida costa all'estremità della penisola di Capo Verde. È una strada poco frequentata ed è per questo che è necessario fare molta attenzione a non guidarci la sera o al calar della notte. Durante il giorno, è un luogo perfetto per scoprire in lontananza le isole di Gorée e anche quelle delle Madeleine.

L'Università Cheikh Anta Diop: semplicemente la più grande università dell'Africa occidentale. Composta da un campus, edifici scientifici ma anche un ospedale universitario, la scuola nazionale di sviluppo sanitario, questa università è una vera e propria piccola città nel cuore di Dakar. Un'oasi di pace e silenzio dove si può passeggiare, lavorare, riposare, bere una bibita fresca, comprare qualche libro nei negozi.


Da non dimenticare il Monumento del Rinascimento africano, una monumentale statua di 52 metri in bronzo e rame.

Altri posti

L'Hann Park è un piccolo parco forestale che elenca tutte le specie vegetali del paese. I grandi sentieri permettono di fare una piacevole passeggiata o di fare la corsa mattutina. Per chi ha dei bambini, questo posto è perfetto perché beneficia anche di uno zoo con molti esemplari di leoni, gazzelle, gorilla, iene, scimmiette.

Il mercato di Kermel: risalente alla metà del XIX secolo, è uno dei luoghi più importanti di Dakar perché è qui che si concentra tutta la vita economica e sociale della città: un continuo andare e venire di persone, odori, sapori e colori per perdere la testa. I prodotti offerti sulle bancarelle sono di ottima qualità (frutta, pesce, carne) anche se i prezzi sono un po' più cari del solito.

Per i più religiosi tra voi, la grande moschea di Dakar è aperta anche ai non musulmani, basta rispettare le regole musulmane (toglietevi le scarpe, fate silenzio nelle sale di preghiera, copritevi le spalle e le gambe).

La spiaggia di Yoff, (citata all'inizio di questo articolo) è un luogo perfetto per dimenticare lo stress costante, il traffico, il rumore, la polvere. Se avete dei bambini, ecco un posto dove respirare con la vostra famiglia, mettete i piedi in acqua. E poi, godetevi la vista dalla cima di una delle due "mammelle" sulla spiaggia, una di quelle colline sormontate da un faro.

La Pointe des Almadies è il punto più occidentale di tutta l'Africa, si trova all'estremità della penisola di Capo Verde con le sue due piccole colline di 100 metri di altezza, avrete la possibilità di ammirare una vista mozzafiato sull'oceano, la spiaggia e una piccola parte di Dakar.

Dakar: Come arrivarci? Dove dormire?

Ci sono voli diretti da Parigi a Dakar con Air France, Corsair o Air Europe, che offrono voli giornalieri. Sono possibili anche voli con scalo in molte città francesi come Bordeaux, Tolosa, Lione, Carcassonne, Nantes e Nizza con diverse compagnie come Brussels Airlines, Iberia o Ryanair. Assicurati di controllare le migliori offerte su Skyscanner.

La scelta di un hotel nella "giungla di Dakar" sembra essere un compito difficile. Stranamente, sono gli hotel di lusso che offrono il miglior rapporto qualità-prezzo. Scegliete piuttosto la periferia residenziale (Ngor, Yoff, ...) per

Hai visitato Dakar?

Aggiungi un commento di Le 10 cose da fare a Dakar
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.

End of content

No more pages to load