Le 17 cose da fare in Madagascar

Chi sono io
Elia Tabuenca García
@eliatabuencagarcia
Autore e riferimenti
Sommario
  • 1. Antanananarivo
  • 2. L'isola di Nosy Be
  • 3. Vicolo del Baobab
  • 4. Parco Nazionale Isalo
  • 5. Parco Nazionale di Ranomafana
  • 6. Una passeggiata sul fiume Tsiribihina
  • 7. Parco Nazionale Tsingy de Bemaraha
  • 8. Belo sur mer
  • 9. Ankazobe
  • 10. Isola delle Stuoie
  • 11. Baia di Diego-Suarez
  • 12. Parco Nazionale Marojejy
  • 13. La riserva di Nahampoana
  • 14. Maki Canyon
  • 15. Baie des Dunes
  • 16. La riserva di Anja
  • 17. Isola di Santa Maria (Santa Maria)
  • Come andare in Madagascar?
  • Dove dormire in Madagascar?

Visitare il Madagascar: quali sono le cose migliori da fare e da vedere in questo paese soprannominato "Isola Rossa" o "Isola Grande"?

Situata nell'Oceano Indiano, l'immensa isola del Madagascar, quest'isola dalla terra rossa, questo luogo dalle mille fantasie, è un luogo di scoperte e di viaggi. Tra il suo clima, la sua fauna, la sua flora, i suoi incredibili paesaggi e la sua adorabile popolazione, come non innamorarsi di quest'isola che è una volta e mezzo più grande della Francia?


Che vi piaccia lo sport, le attività culturali, i parchi, la pesca o semplicemente rilassarvi su una bella spiaggia, l'isola del Madagascar offre le sue mille e una bellezza sia africana che asiatica.

Un'isola con una forte personalità ma anche una lingua, una gastronomia e una storia che entra nella testa di ogni viaggiatore e turista come una musica inebriante. Incantevole Madagascar, un'isola dai mille volti che si può visitare al ritmo dei minibus e di questa straordinaria atmosfera. Se sei uno sportivo, se ti piace l'escursionismo, il trekking, un viaggio in Madagascar ti offrirà quasi 5500 km di costa: spiagge immense, coste rocciose a perdita d'occhio, paesaggi paradisiaci, è il luogo ideale per camminare per ore e scoprire una terra e la sua anima.


Per gli amanti della natura, per chi ama perdersi lontano dal mondo civilizzato, perché non provare l'isola di Sainte-Marie o il Mahambo? Sarà l'occasione per vedere per la prima volta una vera megattera nel suo elemento. L'isola del Madagascar offre anche molti parchi e siti iscritti nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO: il parco di Ankarafantsika e il parco di Marojejy sono riserve naturali molto importanti che proteggono specie molto rare e più di 250 specie di uccelli come esempio.

Vi diamo le nostre 17 idee essenziali per sapere cosa fare e cosa visitare in Madagascar:

1. Antanananarivo

Antanananarivo, già Tananarive in francese, è la capitale e la più grande città del Madagascar. La capitale malgascia è una delle città più dinamiche di tutta l'Africa, e qui potrete godere di ricchi siti storici, architettonici e culturali in tutta la città costruita su diverse colline, con palazzi e chiese lungo le sue strade acciottolate.

La città è divisa in 3 livelli: la Città Bassa, la Città di Mezzo e la Città Alta. Fate una passeggiata lungo la via dell'Indipendenza: qui troverete sicuramente molti mendicanti, ma sarete davvero nel cuore della città, vicino alla gente del posto. Visitate il castello della Regina (circa 10 000 Ar/pers) attraverso i suoi giardini, e non esitate a prendere una guida (25 000 Ar in più) che vi insegnerà qualcosa di più sulla storia del paese. Si può anche fare una passeggiata intorno al lago Anosy, che si trova nel centro della città.

2. L'isola di Nosy Be

Nosy Be è la più grande e certamente la più bella località balneare del Madagascar, situata al largo della costa nord-occidentale. Il suo clima tropicale e la sua posizione superba ne fanno una destinazione di vacanza perfetta. Le spiagge di Nosy Be sono ideali per nuotare, poiché si stanno gradualmente allargando, rimanendo poco profonde per chilometri nell'acqua. Sono tranquilli e si dimentica tutto lo stress, con le canoe abbandonate nella sabbia e la calma al largo.


3. L'Allée des Baobab

L'allée des baobabs o avenue des baobabs è un gruppo di baobab che confina con la strada sterrata tra Morondava e Belon'i Tsiribihina nella regione di Menabe, nel Madagascar occidentale. Prendere questa strada è un momento magico e impressionante. Si tratta di una fila di circa 20-25 imponenti baobab lungo una strada sterrata di 260 metri in mezzo ai pascoli tra Morondava e Belo Tsiribihina. Il suggestivo paesaggio di questo luogo molto "fotogenico" attira viaggiatori da tutto il mondo, rendendolo uno dei luoghi più visitati della regione. Dal 2007 il Ministero dell'Ambiente, dell'Ecologia e delle Foreste ha conferito a questo luogo lo status di area protetta temporanea, che rappresenta il primo passo verso la classificazione di "monumento nazionale" in Madagascar.

Per arrivarci bisogna andare a Morondava, che si può raggiungere per strada, per via aerea o via mare. In auto, dovete lasciare la famosa RN 7 ad Antsirabe e prendere la RN 44 in direzione di Morondava (600 km o 9 ore di macchina).

4. Parco Nazionale Isalo

Il Parco Nazionale di Isalo è attualmente il parco più visitato del Madagascar. Spesso chiamato Jurassic Park, ospita alcuni dei più magnifici paesaggi dell'isola. Il paesaggio dell'Isalo è costituito da formazioni di arenarie erose e rovinose risalenti al periodo giurassico, profondi canyon con foreste ripariali, oasi con palme, foreste di tapia resistenti al fuoco e praterie aperte. È senza dubbio il posto migliore per vedere i lemuri catta (lemuri dalla coda ad anelli) e i sifakas di vetro bianco che ballano e saltano. È anche un luogo sacro per la tribù dei Bara, i cui luoghi di sepoltura sono segnati da cumuli di minuscole pietre poste in crepe nella roccia.


Per chi ama il trekking e le escursioni, il parco è una manna dal cielo. Una volta raggiunta un po' di altezza, avrete la possibilità di ammirare una vista sensazionale di quello che è conosciuto come il "Colorado malgascio".

5. Parco Nazionale di Ranomafana

Uno scarabeo giraffa avvistato nel Parco Nazionale di Ranomafana -

Ranomafana è uno dei parchi più conosciuti e importanti del Madagascar. Creato nel 1991 in seguito alla scoperta nel 1986 del lemure di bambù dorato, il parco di Ranomafana è servito da modello per i parchi e le riserve successive nel paese e anche all'estero. Si noti che una volta che ci si avventura nelle zone più remote dove la maggior parte dei turisti non va, è allora che si ha la vera esperienza con la fauna selvatica.

6. Una passeggiata sul fiume Tsiribihina

Uno dei modi unici per esplorare il paese è la piroga o il tour in canoa sul fiume Tsiribihina. Ci sono diverse aziende rispettabili che organizzano escursioni e alcune offrono anche di accamparsi sulla riva e di cucinare sotto le stelle mentre la fauna selvatica vi circonda e vi tranquillizza prima di addormentarvi.

7. Parco Nazionale Tsingy de Bemaraha

Tsingy de Bemaraha è uno dei parchi più recenti del Madagascar (inaugurato nel 1998). I 72.340 ettari di Bemaraha sono famosi soprattutto per i loro pinnacoli calcarei aguzzi e taglienti, che possono raggiungere i 45 metri di altezza. Queste formazioni uniche al mondo suscitano la curiosità di botanici, geologi, ambientalisti e biologi. Attraverso gli Tsingy ci sono canyon e gole ricche di flora e fauna. Ospitano numerose specie animali, tra cui 11 tipi di lemuri (tra cui il Sifaka di Decken, i Lemuri dalla fronte rossa e l'Aquila del Madagascar, una delle specie di rapaci più rare al mondo). Le gole del fiume Manambolo, che costituiscono il confine meridionale del parco, sono semplicemente mozzafiato e magnifiche e possono essere esplorate in canoa.

Una mangusta a coda ad anelli -

8. Belo sul mare

Per gli amanti delle belle spiagge, quella di Belo sur Mer è il luogo ideale per incontrarsi. Potrete rilassarvi a vostro piacimento ammirando le piroghe che tornano e vanno a pescare. Qui è interessante andare a vedere le saline e osservare i falegnami marini che producono le golette seguendo un modello del XIX secolo.

9. Ankazobe

Questa città si trova a circa 40 chilometri dalla capitale, Antanananarivo. A differenza delle grandi città, le strade non sono asfaltate e troverete la terra rossa in contrasto con gli elementi e il cielo immacolato. Per trovare gingilli, per scoprire la vera comunità malgascia, per ammirare luoghi affascinanti e tipici, è il luogo perfetto per riempirsi di ricordi. Tuttavia, se non avete molto tempo a disposizione nel vostro viaggio, non è un must sull'isola, ma Ankazobe rimane un bel posto da visitare.

10. Isola delle Stuoie

Situata a sud dell'isola di Sainte Marie, l'"Ile aux Nattes" è un vero e proprio piccolo paradiso in Madagascar. È un sito noto per i suoi sentieri escursionistici ma anche per le sue spiagge. Questo luogo è fatto per tutti coloro che vogliono riconnettersi con Madre Natura, essere in armonia con l'ambiente e godere, se possibile, dello spettacolo unico delle megattere.

11. Baia di Diego-Suarez

La baia di Diego-Suarez si trova all'estremità settentrionale del Madagascar e deve il suo nome a due navigatori portoghesi del XV e XVI secolo. Questa baia è composta da 4 baie, una delle quali è considerata un luogo sacro. Scoprite questo piccolo angolo dal nulla, annusate l'atmosfera della città portuale di Antsiranana e visitate infine il Parco Nazionale del Monte Ambra.

12. Parco Nazionale Marojejy

Il Parco Nazionale di Marojejy si trova a nord-ovest dell'isola. Con una superficie di 55.500 ettari, una foresta incredibilmente fitta che raggiunge i 2.000 metri di altitudine, questo luogo è stato dichiarato riserva naturale e patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Nella parte bassa del parco si trova una vera e propria giungla, calda e fitta, e più si sale, più si incontrano piccoli boschi: tutta questa biodiversità offre la possibilità di ospitare più di 110 specie di uccelli, 140 specie di serpenti e decine di lemuri. Oggi questo parco è aperto al pubblico ed è anche uno dei luoghi privilegiati per gli escursionisti.

13. Riserva di Nahampoana

Vicino a Tôlanaro (o Fort-Dauphin) si trova la riserva di Nahampoana dove potrete scoprire molti animali tra cui i famosi lemuri ma anche una diversità di flora che è semplicemente incredibile: tra eucalipti, bambù, ibiscus, canfore, avrete abbastanza occhi per immergervi in questo verde così presente e così profumato. Si noti che è possibile fare un piccolo tuffo in una cascata.

14. Maki Canyon

Partendo da Ranohira, una delle belle passeggiate da fare è il canyon del Makis. Con i prati a perdita d'occhio, dimenticherete tutti i vostri punti di riferimento e all'improvviso, mentre camminate tranquillamente, è in questo preciso momento che i lemuri appariranno davanti ai vostri occhi attoniti. Non dimenticate di portare con voi una guida perché il terreno non è sempre sicuro e le piste a volte sono scivolose a causa delle pietre bagnate.

15. Baia delle Dune

A una ventina di chilometri da Diego-Suarez si susseguono le "Tre baie" (Baia di Sakalava, Baia dei Piccioni e Baia delle Dune). Quest'ultimo, con la sua sabbia bianca, attira sempre più persone: con le sue acque turchesi, i suoi fondali mozzafiato, le sue coste selvagge, si ha l'impressione che questo piccolo angolo di paradiso sia a portata di mano e che nessuno potrà portarselo via. Per rilassarsi, per prendere il sole in tutta serenità, per divertirsi tra le onde, per fare un picnic in una delle grotte guardando l'orizzonte e il cielo azzurro, la Baie des Dunes è sicuramente uno dei luoghi preferiti dagli amanti dell'isola. E capiamo perché...

16. La riserva di Anja

Situato a 15 minuti d'auto dalla città di Ambalavao, nel centro del paese, il parco di Anja può essere scoperto giorno e notte: vi si può scoprire una fauna straordinaria tra camaleonti, lemuri e insetti multicolori che giocano d'illusione con gli elementi floreali. La visita è molto piacevole ed è possibile fare molte pause fotografiche.

17. Isola di Santa Maria (Santa Maria)

Ad est del Madagascar, quest'isola permette di godersi la spiaggia e le barriere coralline per gli amanti delle immersioni subacquee. Tuttavia, la maggior parte dei turisti viene qui perché è un luogo eccellente per il whale watching.

Come arrivare in Madagascar?

La maggior parte dei voli internazionali atterra all'aeroporto internazionale di Ivato-Antananarivo, ma è possibile atterrare in altre destinazioni turistiche malgasce (Nosy Be, Isola di Sainte-Marie, Mahajanga). Dalla Francia, il paese è servito da Air Madagascar, Air France e Corsair. Per trovare un volo economico per il Madagascar, vai sul sito del nostro partner Skyscanner.

Dove dormire in Madagascar?

A seconda del vostro budget, potete trovare tutto ciò di cui avete bisogno per soggiornare in Madagascar: da una semplice capanna di falafy (palma) a un hotel chic in un vecchio edificio coloniale. Gli indirizzi intermedi sono generalmente puliti, anche se gli impianti (idraulici...) sono spesso all'antica. Gli hotel sono un po' più cari ad Antanananarivo e in siti turistici come Nosy Be o Sainte-Marie per esempio. Durante l'estate locale vengono applicati i supplementi "alta stagione". Per

Audio video Le 17 cose da fare in Madagascar
Aggiungi un commento di Le 17 cose da fare in Madagascar
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.