Le 11 cose da fare a Corinto


Sommario
  • 1. La città moderna di Corinto
  • 2. Il Diolkos
  • 3. Il Canale di Corinto
  • 4. Il muro dell'Esamilion
  • 5. Il Museo Archeologico di Corinto Antico
  • 6. Il Pireo
  • 7. Il sito dell'Acrocorinto
  • 8. La città di Lechaio
  • 9. La città di Isthmia
  • 10. Il Tempio di Isthmia
  • 11. Il Monastero di San Patapios
  • Come si arriva a Corinto?
  • Dove alloggiare a Corinto?

Andare a visitare Corinto? Ma cosa faremo lì? Ecco la nostra mini-guida di 11 cose da fare per visitare Corinto!

Una città del Peloponneso situata a pochi chilometri dalla Grecia continentale e famosa in tutto il mondo per il suo omonimo canale, Corinto - Kórinthos in greco antico e moderno - è una delle principali città portuali della Grecia. Abitata da quasi 30.000 anime, Corinto era nell'antichità la terza città più influente della Grecia antica dopo Atene e Sparta. Fu eretta nell'entroterra ai piedi della sua acropoli, l'Acropoli, che ospitava il famoso tempio di Afrodite, e fu ricostruita nel XIX secolo sulla sua attuale posizione in riva al mare. Guardando verso il mare sul fondo del Golfo di Corinto, la città è un must sulla strada tra Atene e Patrasso.


Cosa fare a Corinto? È soprattutto per la bellezza del suo entroterra, dei villaggi circostanti e dei suoi resti gallo-romani che si viene a visitare Corinto, piuttosto che per la città stessa. Ecco la nostra presentazione di 11 cose da fare e da vedere durante la visita a Corinto.

Prenota la tua escursione a Corinto da Atene

1. La città moderna di Corinto

Oltre ad alcuni musei e ristoranti dove si possono gustare specialità greche, ci sono poche attrazioni da vedere nella nuova città di Corinto. La città moderna è la città ricostruita dopo il devastante terremoto del 1858, a 3 chilometri dalla città vecchia. Cosa fare nella nuova città di Corinto? Il Museo del Folclore Corinzio ripercorre la storia della città ed espone abiti, gioielli, vecchi ricami e strumenti tradizionali. Anche se si dice che a Corinto c'è poco da fare, passeggiare lungo il porticciolo e le tipiche terrazze dei caffè ha comunque un suo piccolo fascino.


2. Il Diolkos

Per più di 700 anni, dal 600 a.C. al primo secolo a.C., i marinai hanno utilizzato questa strada asfaltata per portare le loro navi via terra dal Mar Ionio al Mar Egeo. All'epoca, il canale corinzio non era ancora stato scavato e questo percorso, lungo dai 6 agli 8 chilometri, li ha salvati da un pericoloso viaggio intorno alla penisola del Peloponneso. Per i velieri, il Diolkos offriva una rotta molto più breve per Atene. Inoltre, l'attraversamento dell'istmo ha avuto un ruolo cruciale nelle battaglie navali dell'antichità.

3. Il Canale di Corinto

Cosa fare a Corinto? Date un'occhiata al canale di Corinto, un corso d'acqua artificiale scavato nell'istmo corinzio per collegare i due golfi (Golfo di Corinto e Golfo Saronico). Scavato tra il 1882 e il 1893, il canale ha reso il Peloponneso un'isola alla fine del XIX secolo, ma il progetto esisteva già sotto Nerone nel I secolo d.C. Oggi il canale taglia due ripide scogliere alte 52 metri, con una profondità d'acqua di 8 metri, oltre 6.343 chilometri e 24,6 metri di larghezza. Ogni anno vi passano circa 11.000 navi turistiche.

4. Il muro dell'Esamilion

Cosa fare a Corinto? Il Muro di Esamilione, non lontano dal Canale di Corinto, si trova ancora in superficie: si tratta di una fortificazione risalente alla fine dell'Impero Romano, una muraglia che sbarrava l'istmo di Corinto, utilizzata nel V secolo per difendere la via commerciale tra il Peloponneso e la Grecia continentale. Costruito tra il 408 e il 450, aveva fino a 153 torrette di difesa durante il regno dell'imperatore Giustiniano (482-527-565). Potrete osservare i rivestimenti e alcuni dettagli delle fondamenta ancora in piedi.


5. Il Museo Archeologico di Corinto Antico

Ecco un must da non perdere quando si visita Corinto: il museo archeologico della città antica! Costruito nel 1931 sul sito dell'antica Corinto, il museo è interamente dedicato alle scoperte archeologiche effettuate sull'Acrocorinto e agli oggetti scavati nei sotterranei della città antica. Vi sono esposte ceramiche, mosaici, anfore, sculture. Alcuni oggetti, vecchi di oltre 2.000 anni, non hanno perso i loro colori brillanti! Le mostre si sviluppano in tre sale attorno al cortile centrale, ripercorrendo la storia dei Corinzi fin dal Neolitico. Vicino al museo, non perdetevi il Tempio di Apollo. Costruito nel VI secolo, aveva 38 colonne, di cui solo 7 sono ancora oggi in piedi. I resti gallo-romani testimoniano la ricchezza e la fama di cui Corinto godeva durante l'antichità greca.

6. Il Pireo

Un'altra imperdibile vestigia dell'antico sito di Corinto è il Pirene, un must da vedere se non si sa cosa fare a Corinto. Si tratta di una fontana greca le cui prime costruzioni risalgono al VII secolo a.C. Si dice che nel corso della sua storia abbia subito fino a 9 ristrutturazioni. La versione attuale risale a Erode Attico (101-177). Non è quindi una novità!

7. Il sito dell'Acrocorinto

Continuiamo questo pellegrinaggio gallo-romano con una visita imperdibile per voi che venite a visitare Corinto nel 2019: l'acrocorinto è l'acropoli dell'antica Corinto, una fortezza costruita su uno sperone roccioso nel VI secolo a.C. Situato a 10 chilometri dalla città moderna, l'edificio è circondato da mura che misurano 2 chilometri.


Non è certo la Grande Muraglia Cinese, ma il monumento testimonia la potenza degli antichi costruttori! Troverete le rovine del tempio di Afrodite, resti romani, turchi, bizantini e ottomani, tra cui due antiche moschee. Non ti piacciono le pietre antiche? Almeno godetevi la splendida vista dei dintorni! Un'escursione intorno all'Acrocorinto dura circa due ore.

8. La città di Lechaio

Visitare Corinto non è solo le rovine di un'epoca ormai superata: è anche un paradiso di blu turchese, acque cristalline e splendide spiagge di sabbia. A Lechaio, a pochi chilometri a ovest di Corinto, la spiaggia merita una deviazione. Attenzione, è anche un luogo molto popolare, tanto bello quanto turistico.

9. La città di Isthmia

Torniamo nella zona del Canale di Corinto, per visitare Isthmia, la città situata a sud alla foce del canale. Perché visitare Isthmia? Per passeggiare per le tranquille vie di questa piccola località balneare, per fare una crociera nel Canale di Corinto e/o per visitare il museo archeologico di Isthmia!

Nel IV secolo a.C., una nave egiziana attraccò al porto di Kenchréai in un giorno di mare così agitato da affondare nelle acque del porto. Le scoperte archeologiche della nostra epoca contemporanea hanno permesso di far riemergere tesori di inestimabile ricchezza: dipinti architettonici colorati, avorio e mosaici in vetro. Si possono vedere oggi nel Museo Archeologico di Isthmia.

10. Il Tempio di Isthmia

Fin dall'anno 582 a.C., Isthmia era la città dove si tenevano i Giochi Istmici (giochi organizzati da Corinto tra le antiche città greche), in onore del dio Poseidone. Gli archeologi vi scoprirono un tempio costruito nel VII secolo a.C.: il Tempio di Poseidone. Dimenticata dai turisti, permette di visitare le rovine greche in tutta tranquillità. Distrutta e ricostruita nel V secolo a.C., bruciata nel 390 a.C., fu gradualmente rasa al suolo per rivelare al pubblico solo le sue fondamenta.

11. Il Monastero di San Patapios

Avete voglia di fare un'escursione? Se partite al mattino - qui può fare molto caldo - andate a visitare la chiesa di San Patapios, a nord-est di Corinto, sul versante greco continentale. Il sentiero parte dalla città di Loutraki, sulla Periferiski Odos Loutraki. In cima si gode una vista mozzafiato sull'istmo di Corinto.

Come si arriva a Corinto?

Come venire a visitare Corinto? Poiché Corinto non ha un aeroporto, dovrete prima andare ad Atene dalla Francia per atterrare a destinazione. Con il traffico aereo regolare verso la Grecia, non avrete problemi a trovare un volo dalla Francia ad Atene: fate attenzione però, ricordate di anticipare l'acquisto dei vostri biglietti, poiché i prezzi tendono a salire notevolmente a seconda della stagione... Questa è la Grecia! Durante la ricerca, consultate il sito web del nostro partner e specialista Skyscanner per trovare un volo al miglior prezzo.

Una volta ad Atene, Corinto dista solo 80 chilometri. Per arrivarci, avete diverse opzioni:

  • La macchina

Maggiore libertà di movimento, la possibilità di fare ciò che si vuole quando si vuole, il prezzo della benzina... Ci sono molte buone ragioni per avere la propria auto durante il viaggio.
Se noleggiate un'auto all'arrivo all'aeroporto - la soluzione giusta per visitare tutto il Peloponneso - prendete l'autostrada E94 da Atene in direzione di Corinto.

  • In autobus

Per andare ad Atene in autobus, dovrete recarvi al Terminal A di Atene: qui ci sono autobus ogni 30 minuti, dalle 5:30 alle 22:30.

  • In treno

Infine, una linea ferroviaria serve Corinto dall'aeroporto di Atene: è una buona opzione se si arriva dalla Francia in aereo per visitare Corinto!

Dove alloggiare a Corinto?

Bisogna trovare un posto dove dormire per visitare Corinto! A Corinto e nei villaggi circostanti, troverete molti hotel dove soggiornare (troverete le migliori tariffe su questo comparatore di hotel): Loutraki, Isthmia, Lechaion sono i comuni da privilegiare. Potete anche optare per un campeggio, un Airbnb, un bed and breakfast o un gîte. Tutto dipende dalla durata del soggiorno e dal comfort o dall'esperienza che si desidera scegliere! Per aiutarvi a fare la vostra scelta, non esitate a leggere il nostro articolo "In quale zona soggiornare a Corinto"!

Aggiungi un commento di Le 11 cose da fare a Corinto
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.