Visita il Castello di Sant'Elmo a Napoli: biglietti, tariffe, orari

    Visita il Castello di Sant'Elmo a Napoli: biglietti, tariffe, orari
    Sommario
    • Storia di Chateau Sant'Elmo
    • Cosa vedere e fare a Chateau Sant'Elmo?
    • Come raggiungere il Castello di Sant'Elmo?
    • Orari e prezzi di Castel Sant'Elmo a Napoli
    • BUONO DA SAPERE

    Stai andando a scoprire l'Italia e la famosa "Napoli"? Ecco tutto quello che c'è da sapere per visitare il Castello di Sant'Elmo a Napoli!

    Napoli, situata nel cuore della Campania, è una di quelle città imperdibili in Italia. Tutti conoscono o hanno sentito parlare del magnifico "Golfo di Napoli", dominato dal Vesuvio. Questa città, ricca di un patrimonio eccezionale e di una cultura incredibile, custodisce tesori sontuosi come il Castello di Sant'Elmo, che ha dominato Napoli per 700 anni!


    Non si può passare per Napoli senza visitare il Castello di Sant'Elmo, che offre una vista eccezionale su Napoli, il suo golfo, il Vesuvio e il centro storico! Scopri qui tutte le informazioni pratiche che ti servono per visitare il Castello di Sant'Elmo a Napoli.

    Da leggere anche: Le 14 cose da fare a Napoli

    Storia di Chateau Sant'Elmo

    Situato sulla collina del Vomero, il Castello di Sant'Elmo a Napoli è oggi un castello medievale e un museo. Costruito sotto Roberto d'Angiò (1329), questo antico palazzo medievale, chiamato Belforte o Castel Sant'Erasmo, era una residenza reale fortificata progettata da Timo di Camaino. Ma un terremoto ha fatto crollare una parte del castello. Quando gli spagnoli decisero di ricostruirlo, lo trasformarono in un castello difensivo.

    L'architetto militare Pedro Luis Escrivà di Valenza ebbe poi il compito di costruire un forte inespugnabile: fu sulla collina del Vomero che venne costruito il Castello di Sant'Elmo, permettendo di sorvegliare tutto il Golfo di Napoli, la città e i suoi dintorni. Il forte si chiama poi San Telmo, dal nome di un sano domenicano spagnolo. Divenne poi una prigione dal XVII al XIX secolo fino al 1952.


    Oggi il Castello Sant'Elmo di Napoli è un bene culturale di proprietà dello Stato che, dopo il restauro, è stato aperto ai visitatori. Notevole ed emblematico della storia e della cultura napoletana, ospita di volta in volta mostre ed eventi culturali.

    Cosa vedere e fare a Chateau Sant'Elmo?

    Se si va a visitare Castel Sant'Elmo a Napoli, si può raggiungere l'edificio attraversando un ponte levatoio e una saracinesca che conduce alla piazza d'armi.

    L'interno del Castello non è aperto ai visitatori, ma il sito ospita oggi un centro multiculturale che organizza regolarmente mostre temporanee, concerti e spettacoli. Il Museo Napoli Novecento occupa invece alcune sale del Castello dove si possono ammirare dipinti e sculture di artisti napoletani rappresentativi del Novecento.

    Ma il Castello Sant'Elmo di Napoli è anche un eccezionale belvedere, che offre un incredibile panorama della città, del suo golfo e del Vesuvio, ma anche del centro storico, del salasso di Spaccanapoli, del quartiere monumentale, del quartiere Chiaia, del lungomare, dell'isola di Capri in lontananza, di Mergellina, del colle Pausilippe o delle cave di tufo.

    Il Castello vi impressionerà per l'altezza delle sue mura verticali. Si può raggiungere la terrazza superiore con un ascensore o con la rampa sul lato sinistro quando si entra. L'accesso dalle rampe permette di scoprire il ponte levatoio e la saracinesca d'ingresso, nonché la vista attraverso le feritoie, in particolare della Certosa di San Martino.

    Come si arriva al Castello di Sant'Elmo?


    La collina del Vomero, dove si trovano il Castello di Sant'Elmo e la Certosa di San Martino, dispone di 3 funicolari.

    • In metropolitana :

    Ci si può arrivare dalla stazione della metropolitana Montesanto (verspiazza Dante). È questa la linea che serve San Martino e Sant'Elmo il più vicino possibile. Uscendo dalla stazione di Morghen, girare subito a destra in una piccola strada semi-privata.


    • Con la funicolare :

    Si può anche prendere la funicolare centrale, che parte da via Toledo, nel quartiere monumentale, o la funicolare Chiaia, che parte dall'omonimo quartiere, vicino a Piazza Amedeo, servita dalla linea 2 della metropolitana. Queste funicolari, più o meno vecchie, sono soprattutto un modo affascinante per raggiungere il sito, ma anche veloce. La salita si effettua in pochi minuti, mentre il viaggio in autobus o in metropolitana può essere più lungo.

    • In autobus :

    In autobus, prendendo la linea V1, ci sono diverse fermate vicino al Castello di Sant'Elmo (San Martino-certosa e Sant'Elmo, per esempio).

    • In macchina:

    Se siete venuti a Napoli con la vostra auto o avete scelto di noleggiare un'auto all'arrivo in aeroporto, potete parcheggiare vicino al Castello di Sant'Elmo e proseguire a piedi.

    Utilizzate la mappa qui sopra per aiutarvi a orientarvi! Potete zoomare direttamente su di esso!

    Orari e tariffe del Castello di Sant'Elmo a Napoli

    PROGRAMMA

    - Il Castello Sant'Elmo di Napoli è aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso alle 18.30).
    -Il Museo del Novecento è aperto tutti i giorni (tranne il martedì) dalle 9.30 alle 17.00(ultimo ingresso alle 16.15).

    TARIFFE

    • Prezzo intero : 5€.
    • tariffa ridotta: 2,50 euro
    • Prezzo il martedì (Museo del Novecento chiuso): 2,50€.

    Si prega dinotare che le tariffe d'ingresso e gli orari possono variare a seconda delle mostre in corso. Potete leggere le condizioni di ingresso gratuito sul sito ufficiale di Castel Sant'Elmo a Napoli.

    Si possono organizzare visite guidate in francese in gruppo (Durata: 1 ora e 30 minuti / Tariffa: 90,00 €)

    Ora sapete tutto su come visitare il Castel Sant'Elmo a Napoli!

    Aggiungi un commento di Visita il Castello di Sant'Elmo a Napoli: biglietti, tariffe, orari
    Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.

    End of content

    No more pages to load