I nostri consigli per creare un blog di viaggio


Sommario
  • L'importanza di essere appassionati
  • Il mondo del tuo blog
  • Trova un nome di blog, un nome di dominio e un logo
  • - Come si sceglie il nome?
  • - Cos'è un nome a dominio?
  • - Creazione del vostro logo
  • Scegliere la piattaforma del tuo blog
  • - Un blog o no?
  • Definire un design pulito, intuitivo e accogliente
  • L'uso dei social network
  • Gestione del blog

A tutti gli avventurieri, vagabondi e viaggiatori nel cuore! Ecco i nostri dieci consigli per creare il vostro blog di viaggio.

Molti giramondo sognano di creare il proprio blog di viaggio. Che sia per profitto o solo per divertimento, la creazione di un blog non può essere improvvisata. Non basta scrivere articoli a caso su un determinato argomento. Almeno, quando si vuole estendere al minimo l'influenza del proprio blog. Se volete creare il vostro blog di viaggio, seguite i nostri consigli prima di intraprendere l'avventura.


L'importanza di essere appassionati

Un blog di successo è prima di tutto un blog che parla della tua passione. Creare il design del vostro blog, alimentarlo, referenziarlo, svilupparlo, richiederà molto tempo ed energia. Scrivere su qualcosa che ti fa vibrare ti permetterà di provare un vero piacere nell'investire in questo progetto. Quindi non dimenticate: creare un blog di viaggi implica che siate appassionati di viaggi.

Create il vostro blog di viaggio in base al tipo di viaggio che fate. Non mentire su chi sei e sulla tua visione dell'avventura. Sia che viaggiate da soli, in coppia, con gli amici, con il vostro cane, nel lusso, nello zaino, nell'ecologia, in montagna, sulla spiaggia: troverete sempre una nicchia che corrisponde al vostro modo di esplorare il mondo. Infine, è necessario essere consapevoli che tenere un blog ha un impatto sul vostro viaggio. Ci vorrà del tempo durante il viaggio, tempo perso per visitare la città. È un hobby che spesso si trasforma in un lavoro a tempo pieno!


Leggi anche: Digital Nomad: come diventare un editor web di viaggi?

Il mondo del tuo blog


Se si crea un blog, si hanno cose da condividere. Ma d'altra parte, non sei l'unica persona in questo caso. Sia per il vostro piacere che per il pubblico, ponetevi le domande su come potete essere utili:
  • Cosa posso portare più di altri blog di viaggio?
  • Cosa spinge i lettori a volermi leggere spesso?
  • Qual è lo scopo di questo blog? Qual è lo scopo?

Insomma, per creare un blog di viaggio che funzioni, bisogna distinguersi e avere contenuti con un reale valore aggiunto!

Trova un nome di blog, un nome di dominio e un logo

Come si sceglie il nome?

Il nome del blog è un passo cruciale. Potrebbe volerci molto tempo per trovare il nome giusto. Ma abbiate pazienza. Il nome del blog sarà la vostra identità. Per il lettore, è l'unico modo per identificarsi.

  • Quindi scegliete un nome semplice che parli a voi ma anche ai lettori. Nonostante la sua semplicità, deve essere possibile indovinare cosa si sta facendo.
  • Pensate anche che il vostro nome dovrebbe essere incorporato nel nome a dominio.

Cos'è un nome a dominio?

Il nome a dominio è l'intero indirizzo IP. Si compone di un'estensione comune (.fr, .com, .net ecc.) e di una stringa di parole personale (specifica per il vostro sito). Nel nostro caso, l'estensione è .fr e la nostra stringa di parole personalizzata è For Travel Lovers.


Capisci perché il tuo nome dovrebbe essere semplice. Deve inserirsi nel vostro nome a dominio, pur essendo facile da ricordare per il lettore. Perché se essere referenziati su Google è importante, un lettore può anche digitare direttamente il nome di dominio. La scelta dell'estensione comune dipenderà principalmente dal vostro budget e dai vostri obiettivi. L'ideale è utilizzare i più comuni come .com e .fr, ma anche .net, accessibile per i portafogli più piccoli.

Importante: prima di creare un blog di viaggio, anche se il suo nome sembra ovvio, controllate che non esista già e che il nome a dominio sia libero. Per evitare il sollevamento emotivo della disillusione all'ultimo momento...

Crea il tuo logo

È l'altra parte identitaria di un blog. Un logo è un'identità visiva completamente personale che permette al lettore di identificarvi il più rapidamente possibile.

  • Deve includere il nome del tuo blog ma contenere anche elementi relativi al tuo tema. In caso di viaggio, un globo terrestre, un aereo o un monumento sono esempi ricorrenti.
  • Sarà inoltre necessario determinare uno o più colori. Questi colori devono anche corrispondere ai colori del blog (la carta grafica obbliga). Scegliere colori che si fondono bene con un sito. Per esempio, evitate colori troppo brillanti, in modo che il lettore del vostro blog sia a suo agio per gli occhi.

Scegliere la piattaforma del tuo blog


Ci sono molte piattaforme per creare un blog di viaggio online.

Se WordPress è il numero uno, non è inutile. Facile da usare, economico, con bellissimi temi e molti tutorial che navigano su Internet: lo consigliamo. Tuttavia, ecco alcune altre piattaforme che potete utilizzare:


  • Wix
  • Blogger
  • Jimdo
  • MyAtlas
  • TravelMap
  • Polarsteps
  • Memotrips

Da notare che gli ultimi quattro sono specializzati in blog di viaggio.

Un blog o no?

Il blog è un po' come il patriarca del mezzo online. È efficace e rimarrà tale. Attraversa le generazioni. Ma oggi si può essere blogger senza blog. Oggi è possibile diventare influencer e raccontare le proprie storie su un social network come Instagram. Quindi ponetevi la domanda. La tua forza è editoriale (le parole) o ispiratrice (il luogo, le foto)? Se volete unire le due cose e creare una gamma completa, allora il blog sarà l'unica piattaforma praticabile.

Per fare la vostra scelta, immaginate il vostro concetto su un disegno, provate un'idea e costruitela sui diversi supporti. Confrontate i risultati e attraverso i punti di forza e di debolezza di ogni piattaforma, fate la vostra scelta.

Definire un design pulito, intuitivo e accogliente

Lo stile deve piacervi, riflettere la vostra personalità ma anche il vostro mondo. L'utente di internet deve sapere fin dal primo sguardo cosa aspettarsi e capire chi è.

Anche il vostro design deve essere piacevole. Pensate all'esperienza dell'utente. Un contenuto ben costruito, fluido e chiaro è essenziale. Evitare di mescolare font, colori e distrazioni visive a bizzeffe. Oggigiorno, il minimalismo e lo stile elegante sono in voga.

Considerate anche un layout che metta in mostra le vostre foto se volete creare un blog di viaggio focalizzato sulla fotografia, o le vostre parole se scegliete di enfatizzare i contenuti editoriali.

L'uso dei social network

Nell'era digitale, è necessario utilizzare i social network. Come detto prima, oggi un social network può servire come piattaforma principale.

Tuttavia, se avete scelto di ottimizzare i contenuti di un blog, non rinunciate ai social network. È essenziale collegare il vostro blog a Facebook, Instagram e/o YouTube (principalmente). È il miglior strumento di comunicazione possibile. È attraverso questo strumento che si crea una comunità!

Una volta che una persona fa parte della vostra comunità, pensate in particolare alla newsletter. Permette alle persone che desiderano ricevere notizie dal vostro blog e quindi di fidelizzarsi.

Unconsiglio in più: creando il vostro blog, anche voi diventate parte di una comunità. Quindi non esitate a scambiarvi con altri blogger. Permettete loro di ricevere feedback e consigli, come potrebbero fare per voi. Non sei qui per esagerare, ma non ti isolare. Imparate dagli altri e condividete le vostre esperienze.

Gestione del blog

Quando si crea un blog di viaggio, ci sono fattori da considerare.

  • Nutrire un blog richiede tempo. Tempo che dovrà essere trovato. Infatti, un lettore si aspetta un ritmo di pubblicazione, quindi sii regolare e puntuale!
  • Con il tempo, è possibile vedere crescere il proprio pubblico. Può emergere il desiderio di guadagnarsi da vivere con il proprio blog: questo è possibile con un certo coinvolgimento. Al di là di questa motivazione essenziale, è importante sapere che, per questo ulteriore passo, sarà necessario acquisire nuove conoscenze, sia che si tratti di referenziamento che di strategia commerciale. Di fronte alla dura competizione, l'importante è trovare un buon equilibrio di apprendimento, pur distinguendosi dalla folla. Una volta che il tuo blog diventa la tua attività principale, qui stiamo parlando di un vero e proprio business.

Credeteci, se siete appassionati, ne vale la pena!

Audio video I nostri consigli per creare un blog di viaggio
Aggiungi un commento di I nostri consigli per creare un blog di viaggio
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.